Tilemancer

Introduzione a Tilemancer

marcosecchi Strumenti di Sviluppo, Strumenti Grafici 0 Comments

Tilemancer è un tile generator di tipo procedurale, creato da @ledgamedev, e studiato principalmente per la pixel art. Le tiles vengono create tramite un sistema a nodi dove si comincia sempre da una heightmap per apportare successive modifiche ed infine colorizzare il tutto.

Tilemancer

Fig. 1 – Tilemancer

Tilemancer è ampiamente estendibile: è possibile creare nuovi nodi tramite Lua, come è possibile constatare nella pagina delle submissions sul forum del prodotto.

Nota: il seguente articolo fa riferimento alla versione 0.2.0

Gli elementi dell’Interfaccia

Cominciamo ad analizzare i vari pannelli che costituiscono la (semplice) interfaccia di Tilemancer.

  Qualsiasi valore in Tilemancer può essere modificato tramite click&drag (verticale o orizzontale): con un click lungo, sarà possibile visualizzare il prompt ed inserirli tramite tastiera. I valori possono essere reinizializzati tramite doppio click.

Nodi e Preset

Il pannello a sinistra elenca tutti i nodi ed i preset disponibili (inclusi quelli aggiunti dall’utente). I nodi vanno considerati come entità atomiche che eseguono una particolare operazione, mentre i preset sono degli insiemi di elementi che concorrono alla esecuzione di una serie di nodi.

Nodes and Presets

Fig. 2 – Il pannello dei nodi e dei preset

I preset vengono individuati da una piccola icona alla destra del nome, come mostrato nell’immagine successiva.

Tilemancer Preset Icon

Fig. 3 – L’icona identificativa di un preset

Inserire un elemento nell’Editor

Effettuando un rollover su di un elemento della lista, verrà visualizzata la descrizione ed il percorso del file .lua corrispondente all’interno dell’area principale.

Il successivo click su un elemento, inserirà il nodo all’interno dell’Editor (o la sequenza di nodi, nel caso di un preset). A questo punto un nodo può essere trascinato nel canvas cliccando sul titolo.

Palette e Proprietà

Il pannello a destra di Tilemancer presenta la palette e le proprietà della tile generata.

Palette and Properties

Fig. 4 – Palette e proprietà

Palette dei Colori

Gli elementi della palette sono abbastanza intuitivi:

  • creazione di un nuovo colore
  • duplicazione di un colore
  • eliminzazione di un colore
  • caricamento di una palette
  • salvataggio di una palette

Gli spazi dei colori supportati sono RGB ed HSV.

E’ inoltre possibile scegliere se indicizzare oppure no i colori.

Proprietà

Nella sezione Tile Properties è possibile scegliere le dimensioni della tile esportata.

Anteprima

Effettuando il rollover su un nodo qualsiasi nel canvas, sarà possibile visualizzare una anteprima animata della tile generata.

Canvas Editor

La parte centrale è dedicata all’editor vero e proprio.

Canvas Editor

Fig. 5 – L’editor di Tilemancer

In alto a destra sono mostrati i seguenti elementi:

  • Pulsante New File per la creazione di un nuovo progetto
  • Pulsante Load File per il caricamento di un progetto salvato precedentemente
  • Pulsante Save File per il salvataggio del progetto
  • Icona Info, che visualizza una serie di informazioni sullo sviluppatore

Editor Buttons

Fig. 6 – I pulsanti dell’editor

Utilizzo del Canvas Editor

L’editor conterrà i vostri nodi: l’unica cosa necessaria da sapere è che premendo il tasto Shift sarà possibile, tramite click&drag, spostare l’area di lavoro (nel caso il vostro sistema divenga particolarmente complesso). In alternativa è possibile utilizzare il pulsante centrale del mouse.

I Nodi

I nodi sono gli elementi fondamentali per la realizzazione di una tile: un nodo può avere uno o più input, uno o più output ed una serie di parametri.

Tilemancer Blend

Fig. 7 – Un nodo

Un nodo è composto dai seguenti elementi:

  1. titolo: il nome del nodo
  2. icona duplicate: per clonare il nodo con gli stessi valori
  3. icona delete: per eliminare il nodo dal canvas
  4. anteprima: posizionata centralmente, presenta l’immagine generata dal nodo (e dagli eventuali collegamenti precedenti). Un click su di essa, permette di esportare l’immagine (formato .png)
  5. elementi di input: posizionati sul bordo sinistro, sono affiancati da una etichetta che ne descrive il tipo
  6. elementi di output: posizionati sul bordo destro (di solito ne è presente solo uno), permette di collegare il nodo ad un suo successore
  7. parametri: formati dalla coppia valore/etichetta (ma possono avere un valore di input), permettono di modificare l’immagine generata dal nodo

Per collegare un nodo ad un altro è sufficiente effettuare un click&drag da un elemento di output del primo verso un elemento di input del secondo.

Per scollegare un nodo è sufficiente effettuare un click&drag da un elemento di input e rilasciare in un qualsiasi punto del canvas (oppure su un altro elemento di input).

Nota: da un elemento di output è possibile collegarsi a diversi elementi di input.

Conclusioni

Tilemancer, nonostante sia ancora un prodotto acerbo (siamo alla versione 0.2.0) è un piccolo gioiellino, nel caso vogliate generare alla svelta delle tile per dei prototipi o per una Game Jam.

In futuro, pubblicherò una recensione approfondita sui vari nodi ed alcuni tutorial su come scrivere i propri nodi, quindi rimanete sintonizzati!